La F1 accende i motori ma vien quasi da ridere

E con oggi si comincia a fare sul serio. Anche se in F1 ci sono parecchie cosine che al momento sembrano più delle barzellette. A Valencia prima sessione di test ufficiali con tutti in pista in vista del semaforo verde al mondiale fissato per il Gp del Bahrein, il 13 marzo. C’è parecchia curiosità attorno al Circus, non tanto perché una delle big, la McLaren, a Valencia arriva ancora con monoposto vecchia (quella nuova verrà svelata a Berlino il 4), quanto per gli effetti che potrebbero avere il kers (al rientro) e l’ala mobile posteriore al debutto. Di che si parla? Delle novità ravviva show. Pigiando assieme il pulsante che attiva il kers pronto a fornire l’extra potenza accumulata in frenata e l’altro bottone che fa muovere l’ala togliendo carico aerodinamico in rettilineo si otterranno circa 120 cv in più. L’effetto sarà quello di un berlinone tedesco che ti sfreccia e lampeggia in corsia di sorpasso. Problema: il pulsante che regola l’ala sarà azionabile solo previo via libera della direzione quando chi insegue sarà a 1’’ dal rivale davanti. Quest’ultimo non potrà difendersi. Immaginate il casino in caso di trenini d’auto...
Nell’attesa, un’altra barzelletta: cioè la presenza di due team Lotus. Il tribunale dirà chi potrà usare il marchio (tutta colpa di un pasticcio nella vendita a spezzatino della Lotus) il 21 marzo, a mondiale già iniziato. Una Lotus è la Lotus F1 Racing, per intenderci quella di Trulli; l’altra è la Lotus Renault, cioè la ex Renault di Kubica e Petrov che ieri ha presentato la R31 con i mitici colori nero e oro della Lotus anni ’70 (vernissage anche per la Sauber e oggi tocca alla Mercedes di Schumi che avverte la Rossa: «Alonso fa bene a temerci...») . In tema di barzellette, che pensare della già citata McLaren nei cui tir giunti a Valencia c’è uno stock di vecchie gomme Bridgestone montate su cerchi? Mica carino nei confronti della Pirelli che proprio oggi, dopo 18mila km di test per mettere a punto le proprie PZero, esordisce come fornitore unico del mondiale 2011.