F1: crash-gate Il 5 gennaio sapremo se Briatore è stato riabilitato

Il 5 gennaio, dopo le 15, sapremo se a Briatore verrà tolta la radiazione a vita o se la scure della sentenza Fia di Mosley (ormai un ex, al suo posto Todt) gli resterà addosso. La data è stata annunciata ieri dal presidente del tribunale parigino che ha esaminato il ricorso di Briatore. I suoi avvocati hanno sottolineato che la sentenza Fia per il crash-gate di Singapore 2008 va annullata e qualsiasi tribunale lo farebbe perché colui che l’ha scritta, cioè Mosley, è anche colui che ha raccolto le prove (concetto non contestato dagli stessi legali Fia). Di più: il testimone spuntato all’ultimo prima del processo di settembre è rimasto anonimo. Segue replica degli avvocati Fia: il consiglio Federale non è un tribunale bensì un organo amministrativo, come un cda, e in tal senso abbiamo operato e deciso; e al commento di uno di loro sull’incidente («Non si era mai vista una cosa così»), il giudice ha risposto: «Si vede che non ha mai letto Michel Vaillant...».