F1 in crisi. Button, campione del mondo, cerca sponsor

Il suo team, la Brawn Gp, gli ha dato il via libero per trovarsi degli sponsor che gli aumentino le entrate visto che la squadra non gli alzerà l'ingaggio

Povero ragazzo. Essersi laureato campione del mondo di Formula 1 potrebbe non bastare a Jenson Button per continuare a guidare una Brawn Gp. C'è il rischio che debba trovare propri sponsor, perché la scuderia non è in grado di assicurargli l'ingaggio che lui desidera.
Questa è la situazione prospettata da Ross Brawn in un'intervista al quotidiano britannico «The Guardian». «Noi possiamo offrire una maggiore libertà al pilota - ha detto il team principal della scuderia campione del mondo - ed è probabilmente questa la via che seguiremo. Jenson gode di tutte le libertà per i suoi contratti personali, ma deve rispettare gli obblighi» verso la Brawn GP, ha aggiunto il patron.
Button, a 29 anni, vorrebbe proseguire la carriera nel team emanazione della Honda ed ha chiesto un nuovo contratto da 8,5 milioni di euro a stagione, uno in più di quanto ha percepito fino a quest'anno. Secondo la stampa britannica tra le possibili alternative il trasferimento alla McLaren per far coppia con Lewis Hamilton, iridato nel 2008.