F1, la Honda cerca il riscatto Brawn: vettura rivoluzionata

Dopo un 2007 deludente la Casa giapponese punta in alto per sfidare Ferrari, McLaren e Renault. L'ex ferrarista Ross Brawn "regista" dell'operazione. L'ottimismo dei piloti Button e Barrichello

Brackley (Gran Bretagna) - Dpo il deludente Mondiale 2007, la scuderia Honda cerca di tornare competitiva in Formula 1 grazie alla nuova monoposto, «completamente differente» nel concetto rispetto a quella utilizzata nella passata stagione. Ne è convinto Ross Brawn, numero uno del team inglese di Brackley, che oggi ha tracciato i contorni di una vettura ridisegnata nei «profili aerodinamici e nella struttura meccanica».

Nel 2007 la Honda chiuse il campionato costruttori con appena sei punti, 198 in meno rispetto alla Ferrari. Brawn ha spiegato oggi che il telaio della RA108 è stato rivisto per funzionare al meglio con la nuova aerodinamica, le sospensioni e le migliorie che verranno apportate nel corso della stagione. Nuovo anche il sistema di trasmissione. «Senza il controllo della trazione e altri dispositivi di aiuto sarà più importante la capacità del pilota», ha detto l’ex direttore tecnico della Ferrari in occasione della presentazione ufficiale della nuova vettura. Nick Fry, amministratore delegato della scuderia, ha sottolineato invece l’importanza di Brawn all’interno del team.

«Lo scorso anno di questi tempi per noi iniziava una parabola discendente», ha detto Fry, «mentre ora c’è la netta sensazione che siamo tornati in lizza. Per affrontare i problemi abbiamo fatto il possibile». La nuova monoposto, intanto, è stata promossa da Jenson Button, che quest’anno farà coppia con il brasiliano Rubens Barrichello. «Gli ultimi cinque anni sono stati stimolanti, mentre l’ultimo è stato deludente. La squadra però - ha detto Button - ha capito il momento iniziando ad affrontare quei problemi che ci avevano impedito di avere le performance migliori. I cambiamenti degli ultimi sei mesi sono esattamente quello di cui il team aveva bisogno».

Entusiasta, infine, Barrichello, che nel 2008 affronterà la sua sedicesima stagione in Formula 1. «Il mio amore per questo sport ed il mio entusiasmo non sono diminuiti. Quest’anno diventerò il pilota con più esperienza nei Gran Premi di ogni tempo», ha detto l’ex ferrarista, «è un qualcosa di cui vado molto fiero».