Fa esplodere cartucce giocattolo Dodicenne ferito

Poteva costargli caro quel passatempo: vuotare la polvere pirica contenuta in alcune cartucce per pistole giocattolo, infilarla in un contenitore di vetro e poi farlo esplodere. Il botto ha colpito in pieno il ragazzino, procurandogli leggere ustioni e piccoli tagli al volto e alle braccia. Ma tutto sommato più lo spavento del danno.
Protagonista di un pomeriggio di ordinaria incoscienza giovanile Riccardo, 12 anni, che ieri verso le 16.30 ha inventato un nuovo modo per passare il pomeriggio. Chiuso nella sua stanzetta nell’appartamento di via Caduti in Missioni di Pace 13, in zona Rubattino, ha infatti voluto giocare al «piccolo artificiere». Quindi ha preso le «munizioni» della sua pistola giocattolo e ha riempito un contenitore di vetro. Ancora da chiarire cosa sia successo: forse l’esplosione è stata accidentale o forse è avvenuta prima che il ragazzino potesse allontanarsi.
La detonazione è stata avvertita dalla sorella ventenne che è subito accorsa in aiuto, trovando il fratello con il volto e le braccia sanguinanti e bruciacchiate. La giovane ha chiamato il 118, che ha portato il dodicenne a Niguarda dove è stato ricoverato. Niente di serio: solo ustioni e ferite superficiali. Sul posto sono intervenuti i carabinieri che hanno raccolto il racconto dei due fratelli.