Fa a pezzi la ragazza e poi la cuoce: «Volevo mangiarla»

L’aveva fatta a pezzi, bollita e forse si accingeva a mangiarla. Christopher Lee McCuin, 25 anni, è finito in carcere con l’accusa di aver ucciso la sua amica Jana Shearer, 21 anni. Ora il giovane rischia la pena capitale. La scena che si è presentata ai poliziotti era raccapricciante. È successo a Tyler, in Texas: la polizia ha trovato il corpo senza vita della ragazza di 21 anni abbandonato nel furgoncino di Christopher, con inequivocabili mutilazioni, dopo che lo stesso Christopher aveva telefonato alla polizia confessando di aver ucciso Jana e dicendo che si apprestava a mangiarla. L’assassino aveva anche chiamato sua madre per mostrarle cosa aveva fatto e proprio a casa della donna è stato arrestato: ha prima opposto resistenza all’arrivo degli agenti, ma si è arreso dopo poco. Christopher Lee McCuin, che ha una lunga lista di precedenti tra cui una condanna per aggressione,ai poliziotti ha spiegato che «è stato Dio a dirgli di farlo».