Fabbisogno Conti peggiorati per la quota di prestito alla Grecia

La quota italiana del prestito Ue alla Grecia, insieme a una diversa calendarizzazione dei finanziamenti netti all’Ue, hanno fatto peggiorare i conti pubblici di inizio d’anno. Il fabbisogno di gennaio ha così toccato i 2 miliardi di euro, contro un attivo di 4,169 miliardi registrato nel gennaio 2010. Alla Grecia sono stati destinati 1,224 miliardi. Si sono registrati anche maggiori prelievi dalla tesoreria statale da parte delle Amministrazioni locali, solo in parte compensati da un aumento del gettito fiscale.