Fabbricava ordigni esplosivi 21enne finisce in manette

Un patito (ed esperto) di ordigni esplosivi: preparava bombe incendiarie e altri pericolosi oggetti deflagranti. Per verificare l'effetto provocato dal suo particolare hobby portava poi le bombe nelle zone appartate all'interno del parco delle Groane tra Lazzate e Lentate sul Seveso e, mentre le faceva esplodere, si autofilmava. Il giovane, un 21enne di Cesano Maderno, è un grande appassionato di chimica. Lavorava nell'azienda del padre, una piccola officina meccanica, ma il suo vero pallino era un altro: confezionare bombe d'ogni tipo. Il giovane è stato bloccato dagli uomini del II reparto servizi speciali del comando centrale della polizia provinciale di Milano. La sua fedina penale immacolata gli ha evitato che si spalancassero le porte del carcere: il magistrato della Procura di Monza, Licinia Petrella, gli ha concesso gli arresti domiciliari.
Adesso il nucleo informativo dei carabinieri e la Digos, informati della vicenda, vogliono soddisfare qualche curiosità. Il 21enne si limitava a fabbricare bombe solo per divertirsi oppure aveva qualche legame con gruppi terroristici? Al momento gli investigatori escludono che si sia macchiato di qualche attentato o abbia messo nelle mani di fanatici eversori le sue bombe. \