Faccende di casa: lui ama i fornelli, ma la regina è lei

Le milanesi sono le regine della casa, ma a regnare in cucina sono gli uomini. Le donne preferiscono cimentarsi con aspirapolvere e spazzolone, mentre il «sesso forte» predilige i fornelli. Non ci sono differenze, invece, per quanto riguarda lo stirare: per entrambi i sessi è l’incombenza domestica più dura. Al punto da demandarla a malincuore alla suocera. Questa par condicio dell’appretto è una delle tante curiosità svelate da un’indagine condotta da Coesis, per conto di una prestigiosa azienda di elettrodomestici, su un campione di ottocento intervistati tra i 25 ed i 55 anni.
I numeri parlano chiaro: il 53% delle donne si dichiara avvezzo alle faccende domestiche contro il 36% degli uomini. Le percentuali s’invertono quando si tratta di cucinare: i milanesi preferiscono dedicarvisi, mentre l'altra metà del cielo, o forse in questo caso sarebbe più esatto dire della casa, si attesta al 39%. Dall’indagine non è però dato sapere se tutti questi emuli di Gualtiero Marchesi indossano il grembiule dello chef tutti i giorni o solo qualche volta per hobby. Non si sa neanche quante sono le lei e i lui che rientrano nel 23 per cento di coloro che chiedono aiuto al partner per svolgere le mansioni casalinghe. E rimane sconosciuta la percentuale dei mariti o compagni e delle mogli o compagne che, dietro questa richiesta, danno effettivamente una mano. Riordinare casa e cucinare insieme, secondo gli intervistati, potrebbe far bene alla coppia.