Facchini patteggia

L’ex presidente di Finpart, Gianluigi Facchini, ha patteggiato una condanna a tre mesi di reclusione convertita in pena pecuniaria, per abuso di informazioni privilegiate (insider trading). Secondo l’accusa Facchini nell’autunno del 2001 «essendo in possesso di informazioni privilegiate», in quanto presidente del Cda di Finpart, «acquistava e vendeva sia in Borsa che al mercato dei blocchi» warrant connessi a un prestito obbligazionario della stessa Finpart 1998-2005 con un profitto «potenziale» di quasi 750 mila euro.