Facciamo come Seborga e attireremo qui un sacco di turisti

Sto seguendo con molto interesse il dibattito che è in corso nelle pagine liguri de «Il Giornale» sulla identità Ligure e mi è venuta in mente una proposta. Il Comune di Seborga, grazie all'iniziativa di un suo concittadino che avrebbe «scoperto» un ipotetico diritto ad essere indipendente come «Granducato», ne ha ricevuto una grande pubblicità con un enorme aumento dei turisti richiamati anche dalla sola curiosità di andare a vedere e verificare. La Repubblica di S. Marino richiama milioni di turisti all'anno che vanno a «curiosare» questa antica Repubblica indipendente. Dalle argomentazioni scritte da Matteucci e Bampi circa i diritti che ha la Liguria di ritornare una Nazione indipendente (ben più concrete e documentate di quelle di Seborga!), ritengo ci sia una occasione d'oro per il turismo genovese e ligure. Il Comune di Genova insieme alla Provincia e alla Regione organizzino un Convegno culturale e storico dal titolo «La Liguria ha diritto di ritornare una Nazione indipendente?», affiancato da una «Mostra sulla Civiltà Ligure»che dovrebbe diventare permanente. Con un minimo di battage pubblicitario si richiamerebbe l'attenzione di tutti i mezzi di informazione mondiale con conseguente «volano turistico».