Faccini, dalla pizzica al jazz

Da Parma a Parigi, passando per Londra. La vita di Piers Faccini, giovane cantautore angloitaliano, è un viaggio continuo. Il padre è originario di Tosca, borgo dell’Appennino emiliano, e la mamma è inglese. Piers ha vissuto per anni a Londra, prima di trasferirsi a Parigi, non rinunciando a coltivare e approfondire le sue origini italiane. Domani alle 21 all’Auditorium presenterà Tearing Sky, un disco che evidenzia l’attitudine cosmopolita del musicista, spaziando dalla pizzica al songwriting moderno, senza allontanarsi dalle atmosfere jazz. Ogni canzone di Faccini è un quadro che raffigura viaggi dell’anima e dilemmi d’amore. «All’inizio ero un pittore che scriveva e cantava canzoni - confessa Faccini - ora faccio entrambe le cose». Un ottimo strumento per iniziare a scoprire il giovane musicista è il web e, in particolare, il sempre più diffuso palcoscenico virtuale My Space. All’indirizzo www.myspace.com/piersfaccini è possibile ascoltare quattro brani e vedere filmati di varie esibizioni dal vivo. Stimato da Ben Harper, che ha partecipato a Tearing Sky, Piers Faccini è indubbiamente un talento interessante, sospeso tra la West coast di David Crosby e la malinconica poesia britannica di Nick Drake. Info: 06-80241281.