«Faccione» nella polvere

Nadia Rinaldi ha il singolare primato di essere finita nel tritacarne mediatico due volte. Già dal debutto in «Faccione», con Christian De Sica, la sua carriera artistica esplode. Ma tutto finisce quando le trovano in casa una scatola che un amico le ha lasciato in deposito. Dentro c’è la cocaina. Lei ammette di aver «tirato» a volte ma dice di non sapere cosa ci fosse in quel pacco. Il pm chiede una condanna durissima, lei patteggia. L’esperienza le distrugge la carriera e lei tenta faticosamente di ripartire dal teatro, resta incinta, si sposa. E poi il marito sposato da poco viene indagato per droga, nella vicenda che coinvolge anche Serena Grandi.