Facebook, più privacy con i Gruppi

Il social network ha introdotto la possibilità di condividere foto, status e altre informazioni solo con alcuni contatti. E arriva anche la funzione che permette di salvare sul pc il proprio profilo

Milano - Ancora una volta, Facebook cambia. Dopo la possibilità di suddividere i contatti in liste (utilizzate solo dal 5% degli iscritti) e di impostare diversi livelli di privacy, ora si può anche decidere a chi dire cosa. Arriva, infatti, la funzione "Gruppi", con la quale scegliere volta per volta con chi condividere i propri status, le proprie foto e le altre informazioni. La novità è stata annunciata stanotte in California dal fondatore in persona Mark Zuckerbeg, che promette: "La nuova funzione cambierà il modo di usare il social network". Facebook Gruppi, insomma, consentirà di personalizzare la propria comunicazione in base agli interlocutori, proprio come avviene nella vita reale.  

Le altre novità Ma i gruppi non sono le uniche novità che il social network più usato ha introdotto. Per garantire "un maggiore controllo sulle proprie informazioni", come ha detto lo stesso Zuckerberg, gli oltre 500 milioni di utenti di Facebook avranno finalmente la possibilità di scaricare dal social network foto e video che li riguardano, ma anche aggiornamenti di stato, link, commenti. Lo scopo è offrire all’utente una copia "portatil" delle proprie informazioni. Sarà poi più facile anche gestire le applicazioni di terze parti (giochi, test, e altri software) che accedono ai dati del proprio profilo attraverso uno specifico e semplificato pannello di controllo

Maggiore trasparenza Soddisfatta la Electronic Frontier Foundation (EFF), l’organizzazione, che si occupa di libertà individuali e privacy online, che definisce i cambiamenti introdotti da Facebook come "passi importanti" nel segno di una "maggiore trasparenza sulle informazioni condivise dagli utenti".