Facebook presenta Places: siamo tutti geolocalizzabili

Il social netowrk di Zuckerberg ha lanciato la sua nuova applicazione: Places. Ora è possibile trovare i propri amici direttamente sul territorio. Al momento il dispositivo funziona sola su Iphone (in Italia è scaricabile, ma non ancora operativo). Ma nascono i primi dubbi sulla privacy 

Milano - Sempre meno virtuale.  Facebook ha lanciato un nuovo servizio, places, che consente agli utenti di localizzare più facilmente persone e indirizzi presenti nell’area in cui si trovano. Places, spiega l’amministratore delegato del social network, Mark Zuckerberg, "aiuta le persone a stare connesse dovunque vadano e non solo sul computer". Facebook non è il primo operatore internet che sviluppa sistemi che fanno interagire rete e mondo reale ma il fatto che un gigante con 500 milioni di utenti decida di fare questo passo dimostra, rileva il Wall Street Journal in un articolo, le potenzialità commerciali di questo settore, soprattutto per la pubblicità. Nello stesso tempo, queste nuove applicazioni rafforzano le critiche di chi teme rischi per la privacy degli utenti. Al momento, la novità di Facebook sarà utilizzabile solo come applicazione dell’Iphone, già scaricabile anche in Italia, ma non ancora funzionante.