Una factory sulla Tiburtina per i cantautori di domani

Per la prima volta a Roma, sulla via Tiburtina, uno spazio di 1500 mq interamente dedicato alla musica e all’audiovisivo, con le tecnologie più avanzate, 12 sale prova, due sale per i concerti, tre laboratori per l’audiovisivo. È la Scuola Musica Incontro, nata da un’idea di Marcello Cirillo e Riccardo Paddeu con il patrocinio della Provincia di Roma. La scuola nasce per far rivivere quello che, negli anni 70 e 80, era il «cenacolo» dell’Rca, il luogo dove giovani artisti come Renato Zero, Rino Gaetano, Claudio Baglioni, Antonello Venditti e Francesco De Gregori sognavano di costruire un mondo migliore con le canzoni. Di lì a poco avrebbero dato vita alla cosiddetta Scuola Romana. Ogni aula della Scuola Musica Incontro, infatti, è dedicata a uno di quegli artisti ed è destinata a ospitare gli allievi, con particolare attenzione ai giovani e alle fasce deboli della popolazione, dagli anziani alle persone con diverse abilità, che qui potranno avvicinarsi o approfondire canto, ingegneria del suono, musicoterapia, prepararsi agli esami del conservatorio e imparare a suonare uno strumento, dalla chitarra alle percussioni, dal pianoforte al sax. All’interno della scuola anche un laboratorio per realizzare videoclip, cortometraggi, trasmissioni televisive, The Media Academy, diretto da Barbara Calabresi. Qui, si potranno seguire corsi di regia, montaggio, sceneggiatura, giornalismo, recitazione, doppiaggio. Per avere tutte le informazioni sui corsi, che inizieranno il primo ottobre, e sulla scuola, è possibile visitare il sito www.musicaincontro.it.