Faenza, fuoco in ospedale Perde la vita una 63enne nel reparto di Neurologia

Una paziente del reparto di neurologia dell'ospedale di Faenza è morta in seguito a un incendio divampato attorno alle sei del mattino. La donna è stata trovata senza vita nel bagno della sua stanza di degenza

Faenza - Una paziente di 63 anni é morta all'interno dell'ospedale di Faenza in seguito a un incendio che si è sprigionato questa mattina, attorno alle 6.45, nel bagno della sua stanza di degenza. Secondo i primi rilievi della polizia del Commissariato, la donna - ricoverata nel reparto di Neurologia della Medicina Generale e da tempo seguita dal Simap per alcuni disagi personali - era probabilmente entrata nel bagno per fumare. A quel punto, si pensa a causa di un malore della paziente, la sigaretta è venuta in contatto con alcune superfici incendiandole. La signora ha appena fatto in tempo ad uscire che si è accasciata. All'arrivo dei soccorsi, allertati dal sistema anti-incendio, era già morta. Da una prima ispezione cadaverica, sono state rilevate ustioni di terzo grado sulla parte superiore del corpo (volto e braccia), anche se il decesso potrebbe essere dovuto ad asfissia a causa del fumo sprigionatosi. Sarà l'autopsia a chiarire i dubbi. L'incendio, circoscritto all'interno della stanza della paziente, non ha provocato altri feriti e non è stato necessario evacuare pazienti.