«Fahrenheit 9/11» il giornalismo sul grande schermo

La rassegna «Cinema e giornalismo» organizzata dal Gruppo Cronisti Lombardi nell’ambito del «Premio Cronista dell’anno Guido Vergani» (i cui vincitori saranno resi noti domani alle 12.30 a Palazzo Giureconsulti, al termine del dibattito su «Caro direttore quando le lettere diventano cronaca») si conclude domenica. Alle 11 allo Spazio Oberdan di via Vittorio Veneto sarà proiettato «Fahrenheit 9/11», di Michael Moore. Il regista indaga su cosa sia accaduto negli Stati Uniti dopo l'11 settembre e come l'amministrazione Bush avrebbe usato il tragico evento dell'attacco alle Torri per la propria politica. La pellicola è un collage di documenti filmati che ritraggono George Bush, ma anche consiglieri e ministri dell’attuale amministrazione.