Faida interna nel Carroccio? Perquisito assessore lombardo

Brutta aria in casa Lega. Le battaglie interne si stanno consumando a colpi di vendette e, a quanto pare, dossier. Dossier che non si trovano ma che sarebbero la prova di faide interne al Carroccio in Lombardia. Cartellette che ieri la polizia giudiziaria ha cercato negli uffici e nell’abitazione dell’assessore regionale allo Sport Monica Rizzi (nella foto), indagata dalla Procura di Brescia per trattamento illecito di dati protetti. In base alle accuse pare che l’assessore, mentore di Bossi jr, abbia creato dossier illegali su esponenti del Carroccio traditori o concorrenti scomodi per lei e per la sua missione: sostenere Renzo, il figlio del Senatùr, nella sua ascesa politica.