Faissola, no a espropri

«Quando si procederà alla cessione delle quote del capitale della Banca d’Italia occorrerà seguire modalità rispettose dei valori patrimoniali in gioco, in modo tale da non procedere a espropri non adeguatamente remunerati». Lo ha detto Corrado Faissola, presidente dell’Abi, nel corso di una udienza alla Camera. Secondo Faissola, la novità prevista dalla legge sulla tutela del risparmio «è assolutamente neutrale rispetto all’obiettivo di indipendenza e autonomia della Banca, che va comunque assicurato».