«Il falò anti-israeliano non è reato»

Musulmani che bruciano una bandiera di Israele? Macchè, visioni del telespettatore appesantito da spumanti e panettoni. Procura e Digos di Bologna hanno infatti deciso che lo straccio dato alle fiamme in piazza Maggiore aveva semplicemente colori che ricordavano quelli del vessillo di Tel Aviv. Insomma, non sarebbe stata una bandiera e quindi non sarebbe configurabile il reato di offesa verso il vessillo di uno Stato estero, peraltro punibile penalmente con un’ammenda da 100 a mille euro. Insomma, falò assolto. Scagionati gli islamici a Bologna, a Reggio Emilia un albanese è stato denunciato per lo stesso reato...