Falcia una giovane:

Corrado Avaro, 30 anni, il 15 luglio scorso, a San Secondo di Pinerolo (Torino), guida ad alta velocità da ubriaco. Travolge e uccide la sedicenne Claudia Muro che sta attraversando la strada. Dopo l’investimento l’uomo scampa a un tentativo di linciaggio da parte degli amici della vittima: viene fermato dalla polizia. Gli avevano già ritirato la patente. La procura di Pinerolo chiede e ottiene la custodia cautelare in carcere ritenendo che si tratti di un omicidio volontario. Il 10 agosto, dopo neanche un mese, il tribunale del riesame dà torto ai magistrati: si tratta di omicidio doloso, pertanto dispone gli arresti domiciliari. Il ragazzo viene scarcerato in attesa di processo.