Faletti: «Genova? Bella per ambientarci un thriller»

Convince di nuovo e fa emerge un'ulteriore sfaccettatura della sua versatilità e questa volta attraverso l'arte figurativa. Giorgio Faletti ha inaugurato ieri, giorno del suo compleanno, «Alias» la sua prima personale allestita a Genova presso la sede di Ellequattro Documenti (Palazzo Ducale).
Per il grande scrittore di bestseller un appuntamento in agenda anche oggi alle 18 alla libreria La Feltrinelli, per la presentazione del suo nuovo libro «Appunti di un venditore di donne» (Baldini Castoldi Dalai Editore).
Come e quando ti sei avvicinato alla pittura?
«Due anni fa in modo del tutto casuale, attraverso una mostra itinerante a scopo benefico. L'esposizione è stata visitata da esperti del mestiere che hanno espresso giudizi molto lusinghieri nei miei confronti. Successivamente sono stato contattato dall'architetto Tiziana Leopizzi che mi ha invitato a produrre altri quadri. Mi sono (...)