La Fallaci aveva ragione: stiamo diventando l’Eurabia

Sembra che si stiano avverando le profezie della grande Oriana Fallaci sull’Eurabia. La grande scrittrice fu esplicita: infatti, dal 1972, iniziò l'invasione, dapprima sottotono, poi sempre più evidente e prepotente, dal «Terzo mondo», in particolare islamico. Mi fa paura che non si possano più fare dichiarazioni che hanno un certo, sicuro e testimoniato fondamento storico. Mi fa altresì paura che il «mondo occidentale» non voglia o non sappia «scendere in piazza» per difendere la nostra storia ed identità - che è e sarà Cristiana - dimostrando di aver perso la sua grinta di difesa o autodifesa. Mi fa paura che i nostri politici europei e anche i rappresentanti delle altre confessioni cristiane abbiano deciso di non sostenere apertamente e vigorosamente il Vaticano dimostrando così che la radice comune della nostra millenaria storia è cristiana. Mi fa paura che l'unica nazione in cui, se vuoi diventare cittadino con tutti i diritti devi accettare i relativi doveri e rispettare le leggi e le usanze, siano i tanto odiati Stati Uniti d'America. Nelle altre nazioni gli immigrati hanno solo diritti e nessun dovere. Mi fa paura che il nostro attuale governo stia predisponendo le basi perché la profezia del signor Prodi, all'opposizione quando bruciarono le banlieue francesi, si possa avverare.