Fallimento Como: venerdì sentenza

«Enrico Preziosi è colpevole e va condannato a 3 anni e mezzo, come colpevole è l’allora amministratore delegato Massimo D’Alma per il quale si chiedono 2 anni»: così la requisitoria del pm Vittorio Nessi che ha presentato al collegio giudicante del Tribunale di Como il conto per il fallimento del Como Calcio. Il processo riprenderà venerdì con le arringhe difensive e la camera di consiglio per la sentenza. I due imputati avrebbero distratto il patrimonio societario anche attraverso compravendite di giocatori tra Como e Genoa. Il 15 maggio, la Commissione disciplinare aveva inflitto l’inibizione di 5 anni all’attuale presidente del Genoa e un’ammenda di 50mila euro alla società proprio per la compravendita di calciatori, ai danni del Como e a beneficio del Genoa.