Fallisce colpo da 300mila euro in gioielleria

L’allarme non era stato ben disattivato Preso un ladro

Furto fallito alla gioielleria «3M Oro», all’interno del centro commerciale «I Padiglioni» di Pomezia, grazie ad un allarme non ben disattivato, che ha permesso ai carabinieri del nucleo radio mobile di arrestare per furto aggravato Alessandro Fabrizi, 29 anni, di Aprilia.
I ladri, dopo aver disattivato l’allarme acustico e praticato un foro su una parete, si erano introdotti in un ripostiglio della gioielleria e poi nel negozio. Con un martello avevano infranto tutte le vetrine razziando un ingente quantitativo di gioielli, monili ed orologi. Ma l’antifurto, benché danneggiato, ha inviato l’allarme telefonico alla centrale operativa dei carabinieri, all’istituto di vigilanza del centro commerciale ed all’abitazione del proprietario del negozio. I ladri erano ancora all’interno del locale quando sono arrivati i carabinieri e sono fuggiti abbandonando il bottino. Alessandro Fabrizi però è stato immediatamente bloccato mentre il complice è riuscito a fuggire saltando da un terrazzino. I carabinieri hanno recuperato tre borsoni utilizzati per nascondere la refurtiva, stimata dal proprietario in circa 300mila euro. Trovati anche gli attrezzi utilizzati per il furto, cioè una grossa mazza da carpentiere, due paia di guanti da giardinaggio, un paio forbici da elettricista utilizzate per tranciare i cavi dell’antifurto, una ricetrasmittente portatile sintonizzata sui canali delle forze dell’ordine.