Fallita scalata a Rcs: a giudizio Ricucci e Billè

L’ex presidente di Confcommercio Sergio Billè e l’immobiliarista Stefano Ricucci sono stati
rinviati a giudizio, insieme ad altre sette persone, in relazione all’inchiesta sulla fallita scalata a Rcs, per la vicenda legata alla
compravendita fittizia dell’immobile in via Lima, a Roma

Roma - L’ex presidente di Confcommercio Sergio Billè e l’immobiliarista Stefano Ricucci sono stati rinviati a giudizio in relazione all’inchiesta sulla fallita scalata a Rcs, per la vicenda legata alla compravendita fittizia dell’immobile in via Lima, a Roma, per la gestione dei fondi previdenziali e per la gestione dell’assegnazione della gara d’appalto del patrimonio immobiliare Enasarco.

Billè è stato prosciolto "perché il fatto non sussiste" dal gup Marco Paternello, insieme ad altri sette ex funzionari di Egap-Confcommercio per la vicenda della stessa gestione del fondo del presidente di competenza dell’Egap, l’ente di gestione delle attività promozionali di Confcommercio.

Sono stati rinviati a giudizio oltre a Billè e Ricucci, a seconda delle posizioni per i reati di appropriazione indebita, corruzione, altre sette persone. Il processo è stato fissato il 28 maggio davanti quinta sezione penale del Tribunale di Roma.