Falomi corteggia Tonino E Casini sogna il Senato

La legislatura viaggia verso i titoli di coda e tra i partiti è corsa alle candidature, neanche fossimo al calciomercato. In questi giorni il Transatlantico pullula di trombati eccellenti e no a caccia di una candidatura. I più corteggiati, ça va sans dire, sono i dipietristi: al leader dell’Idv Antonio Di Pietro sarebbero arrivate molte richieste di candidature dalla cosiddetta «società civile», tra cui quella dell’ex comunista Antonello Falomi, già dipietrista-occhettiano e rifondarolo pentito. Ma la voce più insistente che circola nei corridoi riguarda Pier Ferdinando Casini: l’ex presidente della Camera avrebbe confidato ai più la sua vera tentazione: la poltrona di presidente del Senato. E poi? Eh beh, non c’è due senza tre...