Falsi d’arte Dai carabinieri un decalogo per difendersi

In merito all’inchiesta sul traffico di opere d’arte false di cui la Lombardia emerge come crocevia, i carabinieri del Nucleo di tutela del patrimonio culturale di Monza diffondono al pubblico un decalogo contro l’«incauto acquisto» di arte contemporanea. Ecco le regole del Ntpc che in questi giorni ha scoperto dodici opere false di importanti maestri .
1) Verificare sempre che l’opera da acquistare sia corredata da certificati di autenticità e di legittima provenienza.
2) Acquistare con scontrino o fattura riportante l’esatta descrizione dell’opera.
3) Prima di acquistare l’opera, verificare l’autenticità del certificato presso l’artista o il soggetto titolare dell’archivio autorizzato a certificare le opere.
4) Controllare la corrispondenza tra la foto autenticata e l’opera acquistata.
5) Rivolgersi a venditori inseriti nel mercato ufficiale.
6) Diffidare di expertise fornite da persone non titolate e rivolgersi a Fondazioni, Archivi ed esperti riconosciuti
7) Diffidare di coloro che propongono l’affare
8) Conoscere le opere dell’artista che si intende acquistare e i suoi riferimenti nel mercato
9) Seguire il mercato e le quotazioni degli artisti
10)Evitare intermediari non acreditati nel settore dell’arte