Falsi maghi, chieste 7 condanne

L’accusa: pene fino a nove anni di carcere

Condanne fino a nove anni di reclusione sono state chieste ieri per i 7 imputati che rispondono, a vario titolo, di associazione per delinquere finalizzata alla truffa, di estorsione e favoreggiamento. Sono infatti accusati di avere messo in atto - tra il maggio 2001 e il febbraio 2003 - un’organizzazione di falsi maghi che ha promesso a oltre 200 vittime (costrette a pagarli anche decine di milioni di lire) la soluzione di problemi finanziari, sentimentali e di salute.
In cambio i clienti ricevevano dei plichi confezionati contenenti del sale che avrebbe dovuto «far scomparire la negatività». Quando questo non avveniva, le vittime erano quindi indotte - con minacce e pressioni psicologiche - a ricorrere a un complicato intervento che prevedeva la partecipazione di 38 operatori. Trattandosi di un intervento «a elevato rischio di contagio» il malcapitato era costretto a versare altro denaro per stipulare un’assicurazione agli operatori.