Falsi matrimoni tra italiani e cinesi Trenta arresti

Un’organizzazione criminale italocinese che avrebbe organizzato in Cina una ventina di matrimoni tra uomini italiani e donne cinesi, e che avrebbe così fatto entrare in Italia diverse immigrate, viene smantellata con una trentina di arresti da carabinieri e polizia. L’operazione, disposta dalla magistratura di Trani, in provincia di Bari. Le donne pagavano 18mila euro all’organizzazione. Le accuse contestate sono di associazione per delinquere finalizzata al favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e alla permanenza di extracomunitari sul territorio italiano, oltre che falso, rapina ed estorsione. Gli arrestati sono cittadini italiani e cinesi, tra cui alcune donne.