Falsi tecnici del gas A segno quattro colpi nel giro di un’ora

Sono quattro le truffe ai danni di anziani messe a segno ieri in città nel giro di un paio d’ore. Alle 11 in via Plinio una coppia di 82 e 87 anni ha fatto entrare un sedicente operaio del gas e mentre lui effettuava un «controllo» è entrato un finto agente con la scusa di dover riconsegnare un oggetto appena sottratto. E se n’è poi andato con 800 euro in contanti. Scena simile in via Vigoni un’ora dopo. A cambiare è il bottino, 500 euro e alcuni gioielli di famiglia, e l’età della coppia di pensionati raggirata: 83 anni lei, 89 lui. Ma non il copione che si è ripetuto mezz’ora più tardi in via Ressi. A cadere nella trappola tesa dal solito «dipendente dell’Amag» una pensionata di 81 anni. Con il pretesto di un controllo all’impianto, il truffatore è riuscito a portar via alcune banconote e oggetti in oro. Infine alle 13.30 ultime vittime due coniugi di 77 e 78 anni che hanno fatto entrare un sedicente tecnico del gas che li ha poi derubati di 1.300 euro e alcuni oggetti in oro.