Il falso alibi che si creano gli italiani

Signor Direttore solo dei consiglieri nostalgici come quelli diessini liguri potevano pensare alla ennesima tirata retorica sulla Resistenza.
Farebbero bene ad andarsi a leggere Gianni Oliva e cioè uno storico intelligente di sinistra che nella sua opera «L’alibi della Resistenza» dimostra come il mito resistenziale altro non è stato che l’alibi dietro cui gli italiani si sono nascosti per non far veramente i conti con il proprio passato.
L’esperienza antifascista maturata dopo l’otto settembre 1943 ha, infatti, coinvolto solo una esigua minoranza di popolazione che ha consentito alla maggioranza di sentirsi assolta dalle proprie responsabilità.
E proprio in questo consiste, secondo il pensiero controcorrente di Oliva, l’alibi della Resistenza su cui sarebbe opportuno riflettere. In ogni caso non c’è proprio nulla di cui una Nazione abbia da vantarsi e celebrare.