Il falso antennista truffa un’anziana Ma lei lo denuncia

Un falso antennista ha messo a segno una truffa ai danni di un’anziana, ma la donna, nonostante i 76 anni compiuti, ha bloccato l’assegno con cui ha pagato il malvivente ed è riuscita a farlo identificare e denunciare. Adriano B., 61 anni si è presentato a casa della signora in via Farini, asserendo di dover controllare il funzionamento dell’antenna centralizzata per il digitale terrestre. La donna si è insospettita - non aveva una tv digitale e poi questo sistema di trasmissione non è centralizzato - e ha pagato con un assegno di 51 euro. Quindi ha chiamato l’amministratore che gli ha smentito che la richiesta di controllo fosse arrivata da lui. La donna ha allora denunciato il fatto alla polizia e ha fatto bloccare l’assegno in banca. Quando un giovane, poi indagato per ricettazione, si è presentato all’agenzia Unicredit di piazza San Babila, gli è stata chiesta spiegazione sulla provenienza del titolo di credito. Si è scoperto che gli era stato dato dal padre che a sua volta lo aveva avuto dall’«antennista».