Il «Falstaff» sul maxi-schermo

Nel Cortile delle armi la proiezione del video dell’opera verdiana diretta alla Scala dal maestro Muti con la regia di Strehler

Stasera alle 21.30, presso il cortile delle Armi dentro il Castello sforzesco, verrà proiettato il video del Falstaff di Giuseppe Verdi, diretto dal maestro Riccardo Muti sotto la regia di Giorgio Strehler. L’iniziativa è prodotta dal Teatro alla Scala.
Sarà una serata interamente dedicata alla memoria di Strehler, scomparso quasi otto anni fa. Quale scelta migliore del Falstaff, la commedia lirica in tre atti e sei quadri che Verdi compose in tarda età e con la quale riscosse l’ultimo, enorme successo di una carriera inimitabile. Grazie anche al prezioso contributo di Arrigo Boito, che curò la scrittura del libretto. L’allestimento per questo capolavoro verdiano è sempre stato considerato, nella sterminata carriera di Strehler, uno dei vertici. Ancora oggi, quando si vuole rappresentare il Falstaff, non si può prescindere dal lavoro che il regista nato in provincia di Trieste nel 1921 propose per la prima volta proprio alla Scala nel 1980.
Un’occasione da non perdere, quindi, per gli amanti dell’opera lirica. Chiunque volesse assistere alla proiezione si ricordi che il Castello apre al pubblico a partire dalle 21.