La famiglia Berlusconi si sta disimpegnando dal club?

In questo campo valgono i fatti, o meglio le cifre. E allora l'azionista Silvio Berlusconi (nella foto 10 con i figli Luigi e Piersilvio), qualche settimana fa ha firmato un assegno da 68 milioni per ripianare il disavanzo del bilancio presentato dal Milan. «Devi spendere», gli intimano i curvaioli. E questi 68 milioni versati che sono, forse bruscolini? In precedenza, per 23 lunghissimi anni, non ha mai lesinato risorse alla società rossonera. La crisi economica mondiale con l'aggiunta dei diversi regimi fiscali hanno modificato lo scenario del calcio europeo. I petrodollari hanno dato il via alla scalata: hanno bussato pure alla sede di via Turati e sono, per ora, scappati via dopo che la notizia è finita sui giornali. Finchè ci sarà Silvio Berlusconi alla testa, il Milan non sarà mai abbandonato al suo destino. Gli interrogativi riguarderanno il futuro, semmai.