La famiglia più forte in Ifil sale al 75%

La Giovanni Agnelli & C. Sapa ha incrementato la propria quota in Ifil al 75% dal 71% circa che deteneva al 18 maggio dell’anno scorso. L’operazione, si legge negli aggiornamenti sulle partecipazioni rilevanti della Consob, risale al 14 maggio scorso. Della quota complessiva l’1,9% circa riguarda azioni proprie e, dunque, senza diritto di voto. Ieri, intanto, l’Ifil ha comunicato l’acquisto di altre 200mila azioni proprie ordinarie al prezzo medio unitario di 5,29 euro e altre 10mila azioni di risparmio al prezzo medio unitario di 4,42 euro al lordo delle commissioni. L’operazione rientra nell’ambito del programma di acquisto azioni proprie annunciato lo scorso 18 febbraio. Dall’inizio di questo programma sono state acquisite 8.403.200 azioni ordinarie e 673mila azioni di risparmio per un investimento complessivo di circa euro 45,8 milioni. Lo scorsa settimana la holding presieduta da John Elkann ha investito 42,5 milioni in Mangas Capital Entertainment con l’obiettivo di dare vita a un nuovo protagonista nel settore della produzione televisiva europea. Ifil avrà come soci, nell’operazione Mce, la De Agostini e il gruppo francese Arnault: insieme le tre società deterranno il 51 per cento.