Famiglia rom Spacciava droga

È stato il continuo via vai di tossicodipendenti che entravano e uscivano dal campo attrezzato de La Martora, sulla Palmiro Togliatti, a mettere la Polfer sulle orme di una famiglia di spacciatori. Madre, padre e figlia di 16 anni, tutti iugoslavi, continuavano a vendere eroina, nonostante qualche giorno fa la polizia avesse già fermato e arrestato alcuni componenti del campo per lo stesso reato.Il dirigente della Polfer Carlo Casini ha spiegato che la famiglia aveva istituito la centrale di spaccio nella loro baracca, la numero 9, dove, chi si riforniva di eroina si recava, accompagnato dalla figlia minorenne che svolgeva anche il compito di «vedetta».
Durante l’operazione la polizia ha sequestrato 15 involucri di eroina già pronti per la vendita, più altre 23 confezioni nascoste nel reggiseno della madre e 700 euro in contanti. Ora i genitori arrestati si trovano in carcere mentre la figlia è stata portata a Casal del Marmo.
«Complimenti alla Polfer e al comandante Carlo Casini per l’operazione - ha sottolineato l’assessore alle Politiche sociali del Comune, Sveva Belviso -. Confermo la volontà della amministrazione capitolina di chiudere l’insediamento della Martora entro l’anno».