Una famiglia su dieci è super ricca ma in 65mila tirano la cinghia

Le due facce della città. Un famiglia su dieci super-ricca, con spese che sfiorano o addirittura superano il tetto degli undicimila euro al mese, e le 65mila che invece tirano con 992 euro. Dai due estremi esce il consumo medio delle famiglie milanesi: nel 2008 è stato di 2.871 euro al mese, il 15,5 per cento in più rispetto al resto d’Italia e il 2,2% in confronto al resto del nord. Se in città dunque l’anno scorso si è speso più che altrove, ma leggermente meno del 2007 (giù solo dello lo 0,1%), il focus della Camera di commercio sui mesi da luglio a ottobre 2009 fa dire che la crisi è (quasi) passata. Il 61 per cento ha speso come l’anno prima, il 23 anche di più, tradotto: «Per l’84 per cento delle famiglie - sintetizza Renato Borghi, membro della giunta della Camera di Commercio - il reddito disponibile è aumentato o c’è cresce la fiducia per il futuro». Si spende soprattutto per casa (boom dei mutui) e alimentari, si risparmia sui trasporti, non si rinuncia a viaggi e telefonini. Per le feste arriva la proposta di tenere aperto per tre giorni a tutti l’Ortomercato.