La famiglia: «Svolta importante ma noi speriamo sia viva»

Le ultime novità sul caso Orlandi sono vissute dalla famiglia con scetticismo, ma al tempo stesso il fatto di avere un nome su cui indagare viene considerata «una svolta importante», anche se «tutta da verificare». «La famiglia - spiega l’avvocato Massimo Krogh - non ha mai abbandonato la speranza che Emanuela sia viva, ma come sempre ha fiducia nella magistratura». Maria Orlandi, la mamma di Emanuela, preferisce non commentare: «Sono passati 26 anni nell’attesa di riabbracciarla». Le novità? «Aspettiamo di vedere se sono vere e se è una bolla di sapone. Sono passati così tanti anni e lo hanno individuato adesso?».