«Famiglie italiane tra le più esposte»

Caro-mutui per le famiglie italiane. La relazione annuale di Bankitalia sottolinea che il costo del mutuo casa, sia a tasso fisso sia a tasso variabile, è maggiore che nel resto dell’area euro (anche se a fine 2007 il differenziale sul fisso si è ridotto a sette decimi di punto percentuale). Le famiglie italiane sono anche le più esposte agli aumenti dei tassi d’interesse, in quanto i mutui a tasso variabile rappresentano il 72% del totale. Nel 2007 il tasso del mutuo variabile è salito di 8 decimi, al 5,5%.