Family day, genovesi col microfono

a musica made in Genova segna una curiosa presenza in entrambi i concerti legati alle manifestazioni di oggi a Roma. Sul palco del «Family day» in piazza San Giovanni - dove sono attesi almeno duemila liguri - la presenza di Antonella Ruggiero, raffinata interprete apprezzata anche all'ultimo Festival di Sanremo; al concerto del «Coraggio laico» in piazza Navona si nota il nome del gruppo rock Altera, balzato agli onori della cronaca qualche anno fa per il cd «Canto di spine» sulla poesia italiana, con la poetessa Alda Merini svestita in copertina.
La presenza della Ruggiero sta già facendo discutere: la presenza dell'artista, che chiuse con un suo recital lo scorso Gay Pride 2006 a Torino sta generando perplessità da ambo le parti. Aurelio Mancuso, presidente della «Lega Italiana Famiglie di Fatto», ha invitato l'artista a ripensarci, considerandola quasi alla stregua di un'icona gay; dal canto suo l'ex vocalist dei Matia Bazar ha chiarito con una dichiarazione sul suo sito internet come «per me la famiglia è unicamente basata sull'amore e dunque ritengo che la si debba riconoscere e festeggiare in tutte le sue forme… La mia presenza al Family Day va intesa esclusivamente come una ulteriore occasione grazie alla quale potrò proporre la mia musica al pubblico, in una festa per la famiglia che dal mio punto di vista non deve in alcun modo essere strumentalizzata “pro” o “contro” qualcuno».
Più decisa la scelta di campo dei meno celebri Altera che, dopo qualche cambio di formazione, ripartono proprio da Piazza Navona: presenteranno alcuni brani inediti che faranno parte del nuovo disco, che registreranno il mese prossimo. «Speriamo nei “Dico” e non avremmo potuto essere altrove», dice il batterista Claudio Luvarà a nome del quartetto. Già prevista la loro esibizione al Mazda Palace il prossimo 19 marzo nell'ambito dell'evento benefit per l'Africa «NK Fit 4 life», presentato da Fabio Fazio.
Al Family day sarà presente anche la città di Loano, sindaco Angelo Vaccarezza in testa con il gonfalone, accompagnato da un’ampia delegazione. Tra le politiche per la famiglia portate avanti dal Comune di Loano anche l’organizzazione di un corso per baby sitter.