Fanno 800 fotocopie e pagano in mazzate

I «compagni» mica respingono l’accusa di aver fatto 800 fotocopie e poi pagato i ciellini a suon di mazzate. Solo che non ci vedono nulla di male: «Ci siamo solo ripresi quello che Comunione e liberazione ruba da anni». Il fatto è accaduto lo scorso 3 ottobre quando cinque anarchici hanno fotocopiato un loro volantino 800 volte e dopo essersi rifiutati di pagare hanno malmenato gli studenti che lavorano nella libreria. Arrestati dopo un mese in quattro sono finiti ai domiciliari mentre Valerio Ferrandi è stato portato in carcere. Le famiglie degli arrestati li hanno anche difesi: «Mio figlio non è uno scalmanato ha solo bisogno di esempi carismatici»