Fanno scherzi ai passanti, la polizia li insegue e spara

Rocambolesco inseguimento ieri mattina nei pressi del confine tra Francia e Italia tra un’auto della polizia e una con a bordo quattro francesi, di cui due minorenni. La vettura è stata messa fuori uso da due colpi di pistola sparati dagli agenti che hanno colpito gli pneumatici ma i quattro hanno proseguito la fuga a piedi. Uno di loro si è poi gettato in mare, ma alla fine sono stati tutti arrestati. Si tratta di quattro cittadini francesi, tre dei quali di origine magrebina, che sono stati fermati a Ventimiglia a bordo di una Peugeot 205 con targa francese, probabile oggetto di furto e condotta da un minorenne di 17 anni. La vicenda è nata dalla segnalazione di alcuni passanti che in centro a Ventimiglia avevano notato la vettura con i quattro il cui conducente si divertiva a fare gli scherzi ai passanti che attraversavano sulle strisce. L’auto è stata inseguita e raggiunta, ma all’alt il conducente ha accelerato dirigendosi verso il confine lungo la strada che porta alla frontiera di ponte San Ludovico. Poco prima del bivio per Mortola l’auto è stata colpita dai proiettili e i quattro sono scappati a piedi. Uno si è buttato in mare ed è stato preso dopo circa un’ ora, in possesso di 41 grammi di hascisc. Poco dopo sono stati presi i suoi complici. Due di loro, tra l’altro, erano saliti su un muraglione e per farli scendere è dovuta intervenire un’autoscala dei vigili del fuoco.