Fanno sesso sulla cattedra, ripresi dal telefonino

Due ragazzini si sono resi protagonisti di una scena "hard" in una scuola di San Benedetto del Tronto. I loro compagni di classe li hanno ripresi con il cellulare, spedendo poi ai loro amici il filmato via Mms

San Benedetto del Tronto - Il sesso a scuola ormai non è più una novità. Ma se viene fatto sulla cattedra, ripreso coi videofonini e trasmesso via mms agli altri studenti, si capisce subito che il limite della decenza è stato superato. L' episodio sarebbe avvenuto martedì scorso in una prima classe di un istituto superiore di San Benedetto del Tronto (Ascoli Piceno), nel corso di un'assemblea di classe che - come prevede il regolamento scolastico - si svolge senza la presenza in aula dei professori. Uno studente e una studentessa, si presume di 14, massimo 15 anni, avrebbero fatto sesso davanti ai compagni, intenti a immortalare l'avvenimento con i cellulari. Un gruppetto di alunni, però, si sarebbe sottratto al "rito" autoconfinandosi in un angolo dell'aula.
I carabinieri e la procura dei minori di Ancona hanno appreso la notizia stamani da un sito web, mentre la scuola - per ora - rifiuta di commentare. La preside risulta assente e il vicepreside preferisce non rispondere. Secondo il sito internet che per primo ha dato la notizia i ragazzini protagonisti della vicenda sarebbero già stati sospesi per 15 giorni, con l'obbligo di frequentare le lezioni. A far "scoppiare" il caso sarebbero stati alcuni studenti "spettatori" che, una volta arrivati a casa, dopo la scuola, avrebbero raccontato tutto ai genitori.