Fanny Ardant stregata da Andreotti

Alla bella Ardant piace Andreotti. O almeno il ritratto cinematografico contenuto nel film Il Divo con protagonista Toni Servillo nei panni del celebre senatore a vita e in cui compare anche l’attrice francese. In un’intervista a Vanity Fair, in edicola oggi, Fanny Ardant (nella foto) ammette: «Giulio Andreotti mi ha sempre affascinato. Niente a che vedere con i politici attuali, compreso Sarkozy, che sfiora costantemente il ridicolo...». Stoccata della neo 60enne (anni compiuti il 22 marzo scorso), che festeggia il compleanno con la prima pellicola dietro la macchina da presa, da regista (l’opera s’intitola Cendres et sang, ossia Cenere e sangue). Insomma, la diva loda «il divo» ma boccia il suo presidente. Il dibattito in patria è aperto. Ma sempre meglio di quando la Ardant (era il 2007) definì il br Curcio «un eroe che ha lottato per la libertà...».