Fano, operaio 34enne adesca 15enne in chat poi lo stupro: arrestato

Un operaio di Cuneo ha conosciuto la studentessa in chat e, dopo due anni di insistenze, l'ha convinta a un incontro. Poi l'ha portata in hotel e l'ha violentata. La polizia lo ha arrestato grazie all'allarme lanciato dal personale dell'albergo

Fano - L'ha conosciuta su internet. L'ha convinta all'incontro. L'ha portata in un albergo e poi l'ha violenatta. Un 34enne di Cuneo è stato arrestato dalla polizia, avvertita dal personale dell'hotel, che lo ha sorpreso mentre stava usando violenza alla studentessa 15enne. È accaduto sabato scorso a Fano, ma la notizia è stata resa nota solo oggi. L’uomo, operaio, aveva conosciuto la ragazzina sul web un paio di anni fa. Nel tempo, si era anche spacciato per una giovanissima "amichetta" virtuale e per un ragazzino, facendo finta di essere lui a presentare alla minore i nuovi amici. Fra la 15enne e l’adulto l’amicizia in rete era diventata sempre più stringente, fino a quando, la settimana scorsa, l’uomo è riuscito a fissare un appuntamento con la ragazza, nella città di quest’ultima.

La recption lancia l'allarme Ha raggiunto con lei un albergo del centro storico, presentandola alla reception come sua figlia per avere una camera. Il personale di turno però non gli ha creduto, e ha chiamato il 113. Gli agenti del dirigente Stefano Seretti si sono appostati davanti alla porta, e quando hanno sentito rumori sospetti sono entrati in azione. L’operaio è stato rinchiuso in carcere a Pesaro, la ragazzina, che va bene a scuola e non ha mai mostrato particolari problemi, riaffidata alla famiglia.