Fantasia e le debuttanti non ballano più

Le debuttanti dovrebbero smettere di ballare domenica. Fantasia farà la finale già questa sera. I due programmi nuovi di Canale 5 non sono riusciti a entrare nelle grazie degli spettatori e così il vertice Mediaset ha scelto (oggi le decisioni finali) di accorciarli per dare spazio ad altre trasmissioni. Lo show «regionale» di Barbara D’Urso, che doveva andare in onda per quattro puntate, è sceso a tre e Il ballo delle debuttanti, da sei sarebbe stato ridotto a quattro (domenica probabilmente saranno decretate le vincitrici tra le ragazze chic e le pop). Entrambi i programmi, soprattutto quello realizzato da Maria De Filippi e condotto da Rita Dalla Chiesa, erano due esperimenti: e chi azzarda, rischia. Il fatto è che una rete commerciale come Canale 5 deve ottenere risultati immediati e quando un prodotto di prima serata resta sotto il 17 per cento, non ci si può far nulla. Bisogna cambiare. Soprattutto perché, in questo inizio di stagione, neanche le fiction (Crimini bianchi e Anna e i cinque con Sabrina Ferilli), hanno preso piede. Hanno funzionato soltanto C’è posta per te e Zelig. E così, i vertici stanno rimettendo mano al palinsesto. «Le sfide dell’autunno televisivo - dice il direttore di Canale 5 Massimo Donelli - sono solo all’inizio e la rete, partita con delle difficoltà, sta per mettere tanta carne al fuoco. Siamo solo al 25° giorno di garanzia (il periodo su cui si fanno i conti degli introiti pubblicitari) su 90 e ora arriverà Paperissima, poi partirà la fiction Amiche mie e una nuova produzione Endemol (The only and one, una evoluzione di Re per una notte)». Da decidere soprattutto che fine farà Crimini bianchi, magari sarà spostato in orario meno visibile. E se lasciare Paperissima al venerdì (è previsto in onda dal 17 ottobre), visto che se la dovrebbe vedere con I migliori anni di Carlo Conti su Raiuno che va a gonfie vele.