Il fantasma Mogherini commissariata dalla Merkel anche sulla pace nucleare

Ha messo il cappello sull'accordo con l'Iran concluso da altri. Perché la vera regia europea era in mano a una fedelissima di frau Angela: per Lady Pesc solo un ruolo di rappresentanza

I radar della diplomazia internazionale ne registravano la presenza fissa a Vienna. Nella capitale austriaca erano in corso le ultime febbrili trattative sul nucleare iraniano. Federica Mogherini, l'Alto rappresentante per la politica estera e la sicurezza dell'Unione europea, era impegnatissima in questi negoziati cruciali. Da Lady Ashton aveva ereditato il compito di coordinare i colloqui a nome dell'Ue. Era talmente presa da non potersi occupare d'altro.

Molti si chiedevano come mai la sua voce, evanescente di per sé, non si fosse levata sulla crisi in Grecia. E neppure sui sempre più massicci sbarchi di immigrati, dopo il fuoco di paglia di due mesi fa: un'emergenza che continua, ma non per Lady Pesc. Nemmeno per l'attentato dei jihadisti al consolato italiano del Cairo aveva rilasciato dichiarazioni che non fossero di circostanza. Un silenzio assordante, non nuovo.

Ed ecco spiegato l'arcano: l'ex capitale asburgica assorbiva totalmente le energie di Federica Mogherini. Che nei rari momenti liberi prendeva il largo, e non soltanto per metafora. Al braccio di ferro con Teheran preferiva le bracciate nel mare di Capalbio. Domenica 5 luglio, mentre i greci votavano al referendum nel drammatico quanto vano tentativo di fermare l'austerity imposta dall'Ue (cioè dalla Germania), Mogherini si ritemprava nella mecca delle vacanze radical-chic. Giunta il giorno prima con il marito Matteo Rebesani e una delle figlie, il capo della diplomazia Ue si è svegliata presto, alle 10 era in spiaggia, e quando gli ombrelloni si sono affollati ha allontanato il chiacchiericcio con una nuotata ristoratrice.

Nel pomeriggio, rilassata e abbronzata, era di nuovo a Vienna pronta a disinnescare le testate. E dopo una settimana esultava per l'accordo raggiunto dopo tante fatiche. Ma di chi sono i veri meriti? Il Corriere della Sera , che pure è sensibile alla causa renziana, ha minimizzato il contributo del nostro ex ministro: «Ha svolto con competenza il suo ruolo di onesto mediatore, conquistandosi la fiducia dei due protagonisti principali. E avvalendosi di una vice formidabile: la diplomatica tedesca Helga Schmid». Tradotto in volgare, Federica Mogherini ha messo il cappello su un accordo concluso da altri: il segretario di stato Usa, John Kerry, e il ministro degli Esteri iraniano, Javad Zarif, protagonista di uno scontro con il capo degli Esteri dell'Ue finito sui giornali di tutto il mondo. Esasperata dalla lentezza delle trattative che la tenevano lontana da Capalbio, e tradita dall'inesperienza in vertici di quel profilo, la coordinatrice dei colloqui ha fatto balenare l'ipotesi di abbandonare il tavolo. Al che, il plenipotenziario di Teheran le ha risposto secco: «Mai minacciare un iraniano». Uno slogan diventato virale su Twitter: #NeverThreatenAnIranian .

Ma oltre a Kerry e al barbuto e sorridente Zarif, c'era anche una donna tra i negoziatori «veri». E non si trattava della Mogherini, ma della sua vice, una tedesca. Helga Schmid era già nella squadra di Javier Solana, poi della baronessa Catherine Ashton ed è rimasta con la Mogherini come capo degli affari politici. La lady di ferro del negoziato antinucleare è questa bella signora alta, bionda, occhi azzurri e perfetta conoscenza dei dossier, uno dei personaggi più in vista della diplomazia di Berlino. E, ovviamente, persona di fiducia di Angela Merkel e angelo custode di Lady Pesc.

Sarebbe eccessivo parlare di commissariamento tedesco. È però un fatto che la Mogherini è perseguitata dal curioso destino di finire sempre nel cono d'ombra di qualcuno. «Una radical-chic senza carisma»: così la stampa internazionale la dipinse quando Renzi la impose come Alto rappresentante della politica estera Ue rinunciando ad altre poltrone di peso. A Bruxelles hanno fatto di tutto per sottrarle compiti operativi lasciandole quelli di rappresentanza.

Per la prima volta il capo della diplomazia non è più il numero 2 della Commissione. Il presidente Jean-Claude Juncker ha infatti scelto come primo vicepresidente - e quindi braccio destro - l'olandese Frans Timmermans, e ha piazzato l'ufficio della Mogherini a Palazzo Berlaymont un piano sotto gli altri vice. Qualche mese dopo ha fatto di peggio, togliendole due deleghe appartenute a Catherine Ashton (cioè gli incarichi di consigliere speciale per la difesa europea e le politiche della sicurezza) e affidandole a Michel Barnier «in virtù della sua vasta esperienza». Che evidentemente manca a Lady Pesc. Ma paradossalmente nemmeno Barnier è un esperto di strategie internazionali: nella commissione Barroso era commissario per il Mercato interno. Il che conferma quanto fosse importante per gli eurocrati restringere il campo d'azione della nuova arrivata.

È di ieri l'ultima polemica sollevata dal Daily Telgraph che ha denunciato il costo eccessivo dei servizi da tavola usati dal Servizio Europeo per l'Azione Esterna (Seae), guidato dalla Mogherini, nel quartier generale di Bruxelles e nelle 140 rappresentanze dell'Ue all'estero: 3 milioni di euro, 10 volte quello che spende la Casa Bianca. Lei ha replicato con un tweet : «Nessun servizio piatti Ue da 3 mln. È il tetto massimo di spesa per 4 anni su 140 delegazioni. Risparmio rispetto al passato».

«Da giovane ha fatto tutte le cose giuste», compresa l'adesione ai «giusti gruppi giovanili socialisti», senza però dimostrare capacità di leadership: così ha scritto di lei il Wall Street Journal . Le Monde , giornale della sinistra francese, ha notato che la Mogherini «soddisfa comodamente diverse condizioni» (è donna, socialista e conosce le lingue) ma le manca «l'esperienza e l'aura personale che questa conferisce». L' Economist ha infierito: «Potrebbe far bene su temi di second'ordine sui quali l'Europa non è spaccata, come i Balcani».

Fedeli a questi consigli, Francia e Germania hanno tagliato fuori Lady Pesc dai colloqui con Vladimir Putin sull'Ucraina, l'hanno marginalizzata nella crisi libica e nei rapporti con il Medio Oriente. Le hanno però scaricato il caso più scottante, quello delle quote di migranti da ripartire nell'Ue, salvo poi sconfessare le sue ipotesi. Il piano in dieci punti redatto con il commissario all'immigrazione Avramopoulos prevedeva, tra l'altro, di prendere a tutti le impronte digitali, distruggere le imbarcazioni degli scafisti, derogare al Regolamento di Dublino, rimpatriare rapidamente i clandestini. Misure che sembravano scritte da Salvini, Le Pen e Farage.

Commenti

elio2

Lun, 20/07/2015 - 08:46

Già con la Ashton ci si lamentava dell'inutilità di avere una Lady Pesc, ma con la mogherini abbiamo toccato il fondo, comunque a lei il suo lauto stipendio non mancherà, quindi una volta che va a scegliere piatti e bicchieri, con un limite massimo di spesa di 3 milioni, il suo lavoro lo ha fatto ed è a posto.

acam

Lun, 20/07/2015 - 09:01

ma da dove veniva questa?

Ritratto di Franco_I

Franco_I

Lun, 20/07/2015 - 09:13

Non è la MOGHERINI messa da parte, Lei è un numero come altri. E' l'ITALIA che viene derisa per colpa di chi ci rappresenta!!!

giovanni PERINCIOLO

Lun, 20/07/2015 - 09:16

"per Lady Pesc solo un ruolo di rappresentanza"! E cos'altro potrebbe fare con le "riconosciute capacità diplomatiche e politiche" che ha?? Ah si, potrebbe, forse, occuparsi delle pulizie.....

Ritratto di ...N€UROlandia.

...N€UROlandia.

Lun, 20/07/2015 - 09:59

mogherina, frignonera, boldrina, moretta, bosca, gelmina, picierna, peppa pig madia, biancafiora, serracchiana, carfagna, binda, brambillo,...... se è questo il contributo delle donne in politica TORNATEVENE A CASA A FAR LA CALZA

Ritratto di SAXO

SAXO

Lun, 20/07/2015 - 10:25

Una figura rappresentativa di inutilita, una bidella di scuola elementare,il suo compito consiste nel segretariato burocratico,svolge ruoli di cancelleria per la massoneria globalista sionista internazionale.PROSSIMO COMPITO : preparare al vertice internazionale un piano d azione per diffondere la liberta dei media europei in Russia ,ordine di obbedienza alla NATO.Infatti l alta carica della NATO ,bredlove,afferma :come nazioni occidentali e come alleanza ,occorre impegnarsi in questa guerra d informazione,per combattere il nemico ad ampio spectro anche pubblicando il falso come regola di attacco mediatico.

Ritratto di SAXO

SAXO

Lun, 20/07/2015 - 10:40

segue il mio commento BREDLOVE continua dicendo che bisogna fare tesoro dell insegnamento della dottrina militare nordamericana detta full spectrum dominance consistente nel dominio esclusivo e nella superiorita dell intero spazio di guerra terrestre,aereo,marittimo spaziale,psicologico,biologico,cybertecnologico,propagandistico,mediatico di parte,attraverso unita di guerrieri informatici twittanti a tutte le ore del giorno e della notte.La Mogherini pertanto si propone come organizzatrice di tale compito per fare fronte all informazione proveniente dalla Russia attraverso i canali piu importanti che trasmettono via digitale- satellitare,che possono compromettere l informazione manipolata dei media occidentali.Grazie Mogherini,sei una vera democratica ,per questo ti pagano tanto e meriti i regali principeschi da 3 milioni di euro.

Ritratto di SAXO

SAXO

Lun, 20/07/2015 - 10:42

vediamo se mi pubblicate i Due commenti ,visto che ogni volta che commento sulla MOGHERINI ,NON NE AVETE PUBBLICATO MEZZO.

opinione-critica

Lun, 20/07/2015 - 10:42

La Mogherini e la Kyenge servono alla UE per far passare la linea decisa, la quale, stabilisce che l'Italia deve essere la spazzatura della UE. I clandestini tutti in Italia, gli altri paesi accoglieranno solo migranti con alta specializzazione tecnico-scientifica se hanno posti di lavoro disponibili, altrimenti, continueranno a bivaccare in Italia negli alberghi a 5 stelle a spese nostre.

Duka

Lun, 20/07/2015 - 11:13

Ma a questa grandissima OCA di turno che gliene frega. A lei basta fare SHOPPING a spese nostre.

tormalinaner

Lun, 20/07/2015 - 11:14

Se la Mogherini rappresenta gli italiani per forza ci trattano come i vucumprà.

frankdenis

Lun, 20/07/2015 - 11:47

Citando la proverbiale saggezza del nonno : la mogherini ha la stessa utilità di una forchetta per mangiare il brodo

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Lun, 20/07/2015 - 12:26

Due ridicole e buffonesche nullità, la patetica mogherini (al massimo potrebbe fare le pulizie) e il buffone renzi stanno facendo un danno enorme all'Italia. Amici d'affari in USA, che per fortuna conoscono bene l'Italia che lavora, mi hanno espresso il loro dolore per il baratro in cui questo governo sta trascinando l'Italia: chi conosce direttamente l'Italia ne apprezza le virtù e serietà di comportamenti, ma chi non la conosce la giudica attraverso l'attuale governo, e sopratutto non capisce perché un grande politico e leader che ammiravano ed invidiavano, BERLUSCONI, sia stato sostituito da un bamboccio che non sa neppure fare la O con il bicchiere. La sola cosa positiva che riconoscono al bamboccio è la comicità del suo inglese: li fa sbellicare dalle risate, pensano sia un effetto voluto, come lo erano le geniali e divertentissime barzellette con cui SILVIO rasserenava magistralmente le situazione tese. Non ho osato chiarire.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Lun, 20/07/2015 - 12:44

La "figlia del pecccato d'Ingrao" fa coppia fissa col Vaffan de Mistura.

Ritratto di Gigliese

Gigliese

Lun, 20/07/2015 - 13:57

Ma è quella signora che la settimana scorsa in quella riunione si è presa due SGANASSONI da :sia dal rappresentante Iraniano che Russo, minacciata di non dire stron...te.Ma bravissima e pronta a prendersi gli onori.

Pelican 49

Lun, 20/07/2015 - 14:16

Un ectplasma,........una nullità come tutto il sinistrume italico che le fa da contorno. Adatta alle cucine .......esperta in servizi .....da tavola. Questa è l'Italia al tempo di Renzi . Votateli ancora, per la gioia dei tedeschi e dei francesi.

unosolo

Lun, 20/07/2015 - 14:59

si chiamano missioni ! spediscono una disposta a girare il mondo munendola di portafoglio e via , bella presenza , può parlare genericamente , farsi fotografare ma al rientro ? niente come prima aspettando altra missione . quanto gli danno per questo ?

Ritratto di BenFrank

BenFrank

Lun, 20/07/2015 - 15:04

Macchè fantasma, era andata a comprare nuove stoviglie per i banchetti ufficiali, dove se magna alla faccia del contribuente europeo.

Ritratto di BenFrank

BenFrank

Lun, 20/07/2015 - 15:05

Questa conta meno del due di coppe, briscola a bastoni...

Ritratto di Rames

Rames

Lun, 20/07/2015 - 16:34

Mogherini,soldi buttati,come al solito.Ha studiato all'estero?No.Ha preso un master negli Stati Uniti o in Uk?No.Ha esperienze lavorative all'aestro di almeno anni 5?NO.E allora quali sarebbero le sue competenze.La sua formazione,il suo carattere e carisma chi li ha presi in considerazione e valutati?Questo è un paese deriso da tutti.Questo non è il paese che vorrei!!!

lamwolf

Lun, 20/07/2015 - 17:55

Fossi in lei mi vergognerei di contare il nulla. Ma capisco che il conto corrente si arricchisce ogni giorno.

moltoschifato

Lun, 20/07/2015 - 19:12

Vorrei capire....quindi le hanno data un giocattolo da poter si masturbare ma in realtà l'alto commissario un ( madonna che paroloni per una così misera pdiota) le hanno dato la lista della spesa per poter fare la housekeeping/maid per i signoroni della comunità europea .....ma c'era bisogno di pagarla così tanto per un così misero (senza offesa a tutti quelli che lavorano come colf/badanti) lavoro da andare a comprare piatti e forchette ...tanto sono per la Merkel e compagni forse la magherini troverà un posto a lato del tavolo come cagna da rifilare gli avanzi che nessuno vuole

Ritratto di 51m0ne

51m0ne

Lun, 20/07/2015 - 19:38

quando l'insignificante moscerini era stata nominata ministro degli esteri dal cazzaro idiota, la cosa piu' rilevante del di lei miserabile curriculum era che aveva partecipato al progetto ERASMUS (ribattezzato poi Orgasmus dopo i fatti di Perugia).

Ritratto di echowindy

echowindy

Lun, 20/07/2015 - 19:53

E’ EVIDENTE CHE LE MEZZE FIGURINE TALI LA MOGHERINI, ALFANO, IL PIFFERARIO DI FIRENZE RENZI E TANTI ALTRI DELL’ATTUALE GOVERNO ERANO I PIU’ RACCOMANDATI DEI CONCORRENTI… DI KING GEORGE NAPOLETANO.

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Mar, 21/07/2015 - 09:36

Più che il fantasma dell'opera sembra il fantasma che opera.

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Mar, 21/07/2015 - 09:39

acam questa viene dall'ex stazione di Porta al Prato,la stazione Leopolda.Dove c'era ad applaudirlo Della Valle che ora (sic) vuol fargli le scarpe.

Ritratto di echowindy

echowindy

Mar, 21/07/2015 - 09:42

SE VOGLIAMO STABILIRE TRAMITE UNA ATTENTA VALUTAZIONE DI QUESTA FOTO, E DI QUANTO CI COSTA PER LE SCARSE CAPACITA’ PROFESSIONALI, SAREBBE IL CASO DI DIRE A DONNA MOGHERINI DI CAMBIARE MESTIERE, FORSE PIU' ADATTA A METTERSI A SERVIZIO COME PERPETUA DI QUALCHE SACERDOTE DI CAMPAGNIA DELLA SUA REGIONE.

maurizio50

Mar, 21/07/2015 - 11:47

La sola differenza tra la Ashton di prima e l'attuale è che prima nel ruolo c'era una racchia da far paura; ora c'è una appena passabile: i contenuti intellettivi sono rimasti però simili: ZEROTOTALE per entrambi i personaggi!

Ritratto di ANGELO POLI

ANGELO POLI

Mar, 21/07/2015 - 12:54

Se qualcuno non se ne è ancora accorto dalla nascita dell'ONU sono i soliti 5 "vincitori"(USA, Russia, Cina, Inghilterra, Francia), a cui da alcuni anni hanno aggiunto la Germania, a pretendere di decidere cosa fare a livello mondiale. L'UE non ha una sua figura riconosciuta internazionalmente, e per prima da Francia e Germania, a meno che non sia un loro concittadino o una loro espressione.

marcogd

Mer, 22/07/2015 - 09:07

1-Questo pur bell'articolo non ci consola,perché conferma per l'ennesima volta il sistema-Italia: la Mogherini è un'evidente incapace in quel che è stata messa a fare a cominciare dall'approccio al lavoro,la isoleranno pure,ma è lì, non è a casa a preparar manicaretti per i bimbi. La sua inadeguatezza si trasforma in decisioni che condizionano la vita di tutti noi,volenti o nolenti.E intanto la gente capace resta dietro,viene mortificata sino a che non se ne va. Senza scampo. Il nostro è un sistema anti-capacità e anti-speranza,ove chi è capace viene mortificato e umiliato sino all’allontanamento.

marcogd

Mer, 22/07/2015 - 09:09

2-Per la Mogherini. è normale quel che ha fatto,perchè è cresciuta con questo sistema e oggi lo alimenta e protegge. I colpevoli siamo noi che di fronte all’ingiustizia-e questa lo è- chiniamo la testa dicendo “son le cose della vita”. No,non lo sono,sono le cose che NOI facciamo e/o consentiamo. Sino a che lo consentiremo,le Mogherini prospereranno e la gente come noi sarà uno scarto sociale internazionale. In tutto il mondo vi sono “figli di” o “amanti di”,ma i posti in cui questi siano gli UNICI detentori del potere si contano sulle dita di una mano, e non le si finisce nemmeno.