Per far le scale chiama i ghisa

La signora Mariagrazia se n’è accorta subito, appena rientrata, alle 19: tutti e quattro gli ascensori del palazzo erano bloccati. «E adesso? - ha pensato - Io sono ancora giovane, sei piani posso farli agevolmente, ma una donna come la signora Maria? Un’anziana pimpante, allegra. Ma che vive al settimo piano, sempre accompagnata da una badante. E che per camminare si aiuta con un bastone».
Piazza V giornate, al civico 6, all’angolo con corso XXII marzo. Un centinaio di famiglie e molti studi legali distribuiti su 4 scale di otto piani ciascuna, proprio sopra la farmacia «Ferrarini» e uno dei ristoranti più à la page della città, il «Matteoni». Un blackout improvviso blocca tutti gli ascensori, il tecnico della società che fa servizio solo «fino alle 18 per rigidissime e inviolabili disposizioni interne», la preoccupazione della signora Mariagrazia che chiama i vigili del fuoco e si fa dare qualche dritta, il ritorno a casa della signora Maria, dopo la messa. «Ha fatto due passi, ci ha provato... È una signora di spirito, sa? - assicura Mariagrazia - Faceva la cantante... Ma non so quanti anni possa avere, non gliel’ho mai chiesto, una questione di delicatezza».
I vigili urbani sostengono abbia più di 80 anni. che sia reduce da un intervento chirurgico a un piede. e che pesi più di 80 chili, la signora Maria. Che, paziente e allegra come sempre, fiera del suo marcato accento pugliese, si è seduta in cortile ad attenderli, insieme alla badante sovietica. Quando sono arrivati - due ex motociclisti - la nonnina, si è fatta prendere in braccio e posare su una sedia di legno preparata da Mariagrazia. I ghisa hanno cominciato a portarla su. Dopo la prima rampa, però, hanno capito che forse la sedia non avrebbe tenuto o, comunque, non sarebbe stata sufficientemente sicura per Maria. Quindi hanno chiamato i lettighieri e hanno portato in casa la nonnina sulla «cardiopatica», una sedia speciale. E, giunti alla meta, le hanno schioccato un bacetto sulla fronte. Del quale la signora Maria va fierissima.